Riflessioni di un Medico di Medicina Generale tra le 23 e le 24 di un giorno di inizio 2020. Di Pasqualino Lalli

Risuona più volte nelle orecchie il grido angosciato di una mamma che comunica che la febbre del figlioletto da due giorni oscilla tra 39,5 e 38°C (dopo l’antipiretico). Spiego che l’andamento della febbre influenzale di quest’anno è proprio così e che inoltre si aggiunge tosse secca, stizzosa e ad accessi molto prolungati. L’antibiotico agli inizi è controindicato in quanto non agisce contro il virus: <<…..ma guardi che al fidanzato di mia figlia il suo medico curante glielo ha dato l’antibiotico, così la mia consuocera è più tranquilla……..>>.

Dopo estenuanti discussioni e precisazioni la signora accetta di proseguire solo con l’antipiretico e lo sciroppo. Dalla cornetta del telefono però sento che l’angoscia è ancora lì, malcelata, come di un grave pericolo imminente. Mi decido ad aprire io l’argomento: … signora guardi che il Coronavirus non c’entra nulla, e prima che dica altro sento l’ansia che si scioglie come neve al sole e fugge dal cuore rigonfio della paziente. Aggiungo: anche la televisione lo dice, il contagio avviene da persone infette tramite le goccioline di Flugge (saliva spruzzata con la potenza dello starnuto e/o della tosse) e il virus può rimanere infettivo sulle superfici (maniglie, porte, oggetti vari, vetri, etc.) fino a 9 giorni. Questo è il motivo per cui bisogna lavare le mani spesso e anche disinfettarle con il GEL igienizzante. È molto importante non toccarsi con le mani contaminate bocca, naso o occhi. ln Abruzzo però finora ci sono stati solo falsi allarmi e quindi occorre essere tranquilli. A questo proposito bisogna capire che i Cinesi “italiani” non hanno alcuna colpa, sono nella nostra stessa situazione e non vanno emarginati o peggio insultati. Sarebbe un atteggiamento criminale.

ll tropismo (sedi preferite) del coronavirus riguarda il polmone ed è infatti la polmonite la manifestazione clinica che poi può portare a morte; va però ricordato che la maggior parte delle persone infettate guarisce spontaneamente. NON ci sono infatti cure specifiche ma solo cure sintomatiche. ll coronavirus pare che venga da Pipistrelli e Cammelli e solo dopo tanto tempo l’infezione è passata da Animale-uomo a uomo-uomo. ll coronavirus è una vecchia conoscenza, ci sono state epidemie nel 2002-2003 (Sars-CoV, pure in Cina, e Mers-CoV nel 2012 in Arabia Saudita). ll nuovo Coronavirus è stato isolato solo il 9 gennaio 2020 e i sintomi sono molto generici: naso che cola, mal di testa, tosse, gola infiammata, febbre e malessere generale. La Polmonite è la complicanza più grave e letale in 3 casi su 10.

Per concludere mi rivolgo alla signora con una esortazione: se non ci si incontra con gente che torna da viaggi all’estero, non bisogna essere preoccupati. La saluto sperando di essere stato chiaro e tranquillizzante, sufficientemente scientifico ma non troppo tecnico.

Condividilo!

Informazioni su ANNA CRISANTE

ANNA CRISANTE

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi richiesti sono contrassegnati *