“Coronavirus: gli incubi notturni di un medico di famiglia”. Di Pasqualino Lalli

“Coronavirus: gli incubi notturni di un medico di famiglia”. Di Pasqualino Lalli

Una voce cristallina e spensierata mi risponde al telefono dopo circa cinque minuti di attesa. Mi presento e chiedo di parlare con un collega del SIESP (Centro informazioni specialistiche per il Coronavirus). <<Gliela passo, attenda>>. Dopo un’attesa di circa 25 minuti – stavo per chiudere – mi risponde una collega con voce stanca, sfiduciata e…