Dal Villaggio Celdit di Chieti a Osaka in Giappone per il World Congress of Education 2021. Di Fabiola Nucci

World Congress of Education 2021 (WCE-2021)

Tempo: 19-21 maggio 2021

Luogo: Osaka, Giappone

 

Dear Dr. Fabiola Nucci

Dopo il grande successo degli anni passati, il 4° Congresso mondiale dell’educazione (WCE-2021) si terrà dal 19 al 21 maggio 2021 a Osaka, in Giappone. In vista del vostro eccezionale contributo in questo campo, ci terremmo a una presentazione in qualità di relatore in merito al vostro recente lavoro su “Experience-Based Course of Social Generativity in Villaggio Celdit, Chieti. History of Challenge for Popular Quarter’s Rebirth After Big Factory’s Closure”.

Il World Congress of Education 2021 (WCE-2021) ha lo scopo di fornire una piattaforma professionale per gli educatori che cercano ed esplorano metodi e approcci educativi efficaci, la tendenza dell’educazione globale, influenze sociali e tecnologiche sull’istruzione, strategie curricolari per condividere scambi e apprendere.

WCE-2021 inviterà educatori di fama mondiale, presidenti di università famose e agenzie autorizzate a condividere idee, storie di successo e orientamento. I partecipanti al WCE-2021 potranno relazionarsi con esperti del settore dell’istruzione che esporranno le loro ultime competenze acquisite nell’applicazione della tecnologia moderna, pur avendo scopi educativi.

La conferenza di tre giorni comprende oltre 15 programmi professionali tra cui il Vertice sulla leadership nell’istruzione nazionale, il forum sull’istruzione superiore, i programmi per le scuole medie, il forum sull’istruzione prescolare, posteriore e le attività socio-culturali, ecc.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web della conferenza tramite: https://www.bitcongress.com/wce2021-Japan

 

Qualche giorno fa mi è arrivato questo messaggio e-mail in inglese con il quale mi si invitava, in qualità di sociologa, a presentare al World Congress of Education 2021 che si terrà in Osaka a maggio 2021 il lavoro che abbiamo pubblicato sulla collana Springer: “Percorso di Generatività sociale basato sull’esperienza nel Villaggio Celdit, Chieti. Storia della sfida per la rinascita del quartiere popolare dopo la chiusura di una grande fabbrica”.

La mia esperienza professionale al Villaggio Celdit parte dal 2000, sono passati 20 anni. Questa “rinascita” è fatta di tante storie di relazioni che mi hanno accompagnato, a volte avversandomi a volte sostenendomi, ma comunque sono state e saranno la forza metodologica e generativa che mi hanno confermato in tutti questi anni che stavo percorrendo la strada giusta.

Sapere che questa nostra storia possa varcare i confini internazionali e arrivare a un congresso mondiale mi inorgoglisce e con il cuore ripercorro i tanti volti di ragazzi, di persone fragili, di persone che per vari motivi hanno contribuito a dare valore a un territorio con un passato importante.

Sono state e sono le relazioni che abitano questo quartiere che hanno permesso di “negoziare i legami tra passato, presente e futuro”.

Abbiamo costruito insieme, a piccoli passi, l’identità e il valore di questo luogo partendo dalla viva carne di chi lo abita. È stato ed è un percorso lento, non privo di ostacoli che ha preso forma nelle relazioni che lo attraversano.

Non a caso sul muro delle scale circolari che portano alla sede del Centro polifunzionale campeggia questa frase: Se vogliamo costruire insieme un mosaico con i suoi mille colori e le sue infinite forme, dobbiamo prima immaginare il suo insieme vuoto senza colori né forme”.

Lo abbiamo immaginato vuoto, lo abbiamo colorato insieme, ed insieme gli stiamo dando forma. La sua evoluzione è in continuo divenire e certamente questo tassello che idealmente varca i confini del nostro Villaggio per arrivare a Osaka, ci fa credere che la strada sia veramente quella giusta!

Un grazie a tutti i miei compagni di viaggio!

L’articolo sulla pubblicazione Springer può essere letto al seguente link: https://www.laperiferia.chieti.it/2020/02/01/e-in-inglese-lultima-pubblicazione-che-racconta-alleuropa-la-storia-della-cartiera-e-del-villaggio-celdit-fino-ai-giorni-nostri-quando-la-collaborazione-con-luniversita-fa-la-differenza/

Condividilo!

Informazioni su ANNA CRISANTE

ANNA CRISANTE

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi richiesti sono contrassegnati *