Mentre studiavo per diventare medico aiutavo mio padre in Conceria. Di Pasqualino Lalli

Mentre studiavo per diventare medico aiutavo mio padre in Conceria. Di Pasqualino Lalli

<<Migrante io? Ma che dici, io sono italiano, io sono abruzzese!>>. Mi riguarda attonito un vecchio compagno di scuola delle Elementari, nato e cresciuto a Chieti, <<e pertanto allora tu sei un “indigeno”>>, gli rispondo scherzosamente. Subito però mi apparse il ricordo di un bambino nella cabina di un camioncino che fa un viaggio di…