Chi siamo

Siamo un giornale promosso da Chieti Solidale srl, gestito dai giornalisti del Cipas, dal titolo “LaPe. Il miele della cultura” supplemento telematico de “Il Cipas” Direttore responsabile la giornalista ANNA CRISANTE.

Il CIPAS ha al suo interno il Network Multimediale associativo “AlterNewsPress” (www.alternewspress.eu) e tra i suoi organi di informazione il periodico telematico on line “Il Cipas” (www.cipas.eu), con cadenza mensile. Direttore Responsabile è il giornalista DONATO FIORITI.

Chieti Solidale Srl è nata per volontà del Comune di Chieti con l’obiettivo di gestire i servizi sociali, socioassistenziali e socio sanitari in favore di famiglie e individui in condizione di fragilità e bisogno. La Società è anche proprietaria di tre Farmacie Comunali ubicate in quartieri periferici. Tra i suoi obiettivi, particolare importanza riveste la promozione dello sviluppo culturale, economico e civile dell’intera comunità locale.

Vogliamo lavorare per un nuovo senso di comunità, perciò ci rivolgiamo alle persone che abitano in questo luogo fragile,eredi di un sogno durato almeno due generazioni. Ci siamo dati l’obiettivo di potenziare la comprensione da parte della comunità di quartiere di questa nuova fase di emancipazione. Potremmo dire che la Periferia è un giornale partecipato per ricostruire il luogo-Villaggio, decidere in modo consapevole un futuro diverso, maturando alleanze, tra cittadini, lavoratori, consumatori, insegnanti, studenti, imprenditori, amministratori, professionisti. Insieme possiamo cercare e intraprendere strategie di emancipazione e sviluppo. Per fare questo è necessario costruire un’alleanza all’interno del quartiere favorendo il dialogo e l’azione, anche partendo dalla rabbia e dal risentimento.

L’esperienza e l’osservazione ci hanno dato la consapevolezza che la possibilità di sviluppo di un’area fragile deriva dalla scelta di vita di una massa critica di persone che decidono di scommettere su un luogo e di affrontare difficoltà e conflitti. Per fare ciò, questa massa critica deve condividere una visione in grado di dare un impulso decisivo alla stessa area. Affinché questa massa critica maturi è necessario, però, che le preferenze iniziali di ciascun portatore di interesse si confrontino ed entrino in conflitto.

Sarete voi residenti di quartiere a costruire, nello svolgersi quotidiano dei fatti, una nuova narrazione della città. Vorremmo che emergessero le vostre azioni di solidarietà, a volte originali e creative, a volte sorprendenti.Se avete un’idea per migliorare il benessere dei posti in cui vivete, se avete pubblicato un libro o partecipato a un progetto, se volete raccontare una storia dimenticata, se la vostra attività/commercio ha un’iniziativa o offre un servizio particolare, se i vostri bambini si sono distinti in qualche campo o un ostacolo li mette in difficoltà.  Se loro stessi, i bambini, vogliono raccontare desideri o esporre opinioni o recensire un libro o farci partecipi di una loro scoperta… scrivete all’indirizzo mail.

Vai al modulo email: